Pungitopo editrice Tradizioni popolari Narrativa Poesia Teatro Saggistica Arte e archeologia Varia

Arte e archeologia

Alfredo Pantò - Anna Maria Ruta
IL
CASO MITTERER
L'eclettismo figurativo e materico di Leopoldo Mitterer

Questo volume, in realtà un catalogo di parte delle opere quasi tutte inedite di Leopoldo Mitterer, nasce dalla passione per il collezionismo e la ricerca artistica di Alfredo Pantò, che è riuscito a raccogliere le immagini delle opere dell'autore presso diversi collezionisti, offrendo così l'opportunità di far conoscere ed apprezzare un artista rimasto per troppo tempo nell'ombra.

Anna Maria Ruta è nata e vive a Palermo, nei cui Licei ha a lungo insegnato e in cui è stata dirigente scolastico.
Studiosa del Futurismo, sia nell'ambito letterario che in quello delle arti visive e applicate, è autrice di vari testi sull'argomento, da Arredi futuristi a Il Futurismo in Sicilia, da Fughe e ritorni -Presenze futuriste in Sicilia a Passo di corsa e Continuità del Futurismo. Sud - Nord, nel Centenario del Primo Manifesto Futurista. A tre pittori futuristi siciliani ha dedicato tre monografie, a Pippo Rizzo, Pippo Rizzo. Un nomade nell'arte del Novecento siciliano, a Giovanni Varvaro, Solitudini sospese, a Giulio D'Anna, Giulio D'Anna aeropittore mediterraneo.
Si è occupata anche di altri artisti siciliani del Novecento (Giuseppe Migneco, Gino Morici, Renato Guttuso e, da ultimo, Daniele Schmiedt) e di arte al femminile, Le ferite dell'essere, Solitudine e meditazione nell'arte siciliana degli anni Trenta, Dal merletto alla motocicletta, Avanguardie femminili in Italia e in Russia 1910-1940, Ida Nasini Campanella, Topazia Alliata -Una vita nel segno dell'arte, Artedonna, Cento anni di arte femminile in Sicilia 1850-1950.

formato 23 x 28,5 pp. 192, € 30,00

Cécile Donato Soupama
LINÉAMENT / LINEAMENTO
Testi di Barbara Sabatè Montoriol

Amiamo usare opposizioni binarie. Lì risiede l'ossatura di ogni pensiero ma anche, e in tanti casi, una facilità che mostra degli aspetti di dialettica. Il campo artistico non ci sfugge, attraversato da antiche oppozioni su cui si sono appoggiati potenti dibattiti: grafismo/pittura, disegno/colore, astratto/ figurativo...
[...] Le recenti serie di Cécile Donato Soupama riunite sotto il titolo Lineamento giocano con le separazioni tra grafico e pittorico. Su fogli di carta di stessa dimensione, sistemati uno accanto all'altro, sono posate alla prima delle masse colorate con contorni irregolari, tramite pennelli cinesi bagnati nei pigmenti diluiti. Macchie, schizzi e larghe scie, ottenute per schiacciamento o aspersione, inclinando variamente il pennello o facendolo girare con una rotazione veloce del polso, esprimendo il controllo del gesto, lanciato e slegato, come la sua ritenuta e il suo carattere decisivo. La pittura, ridotta alla sua più semplice espressione, si fa disegnatrice. (Sabine Forero Mendoza)

Nous aimons à manier les oppositions binaires. Là réside l'armature de toute pensée mais aussi, et dans bien des cas, une facilité qui se donne des allures de dialectique. Le domaine artistique n'y échappe pas, traversé qu'il est par d'antiques disjonctions sur lesquelles se sont appuyés de puissants débats : graphisme/peinture, dessin/couleur, abstrait/figuratif...
[...] Les récentes séries de Cécile Donato Soupama rassemblées sous le titre Linéament se jouent des séparations entre graphique et pictural. Sur des feuilles de papier de même dimension, placées bord à bord, sont d'abord posées alla prima des masses colorées aux contours irréguliers, à l'aide de pinceaux chinois trempés dans des pigments dilués. Taches, éclaboussures et larges traînées, obtenues par écrasement ou aspersion, en inclinant diversement le pinceau ou en le faisant tourner d'une rotation rapide du poignet, tràduisent la maîtrise du geste, lancé et délié, tout autant que sa retenue et son caractère décisif. La peinture, réduite à sa plus simple expression, se fait dessinatrice. (Sabine Forero Mendoza)

Edizione bilingue / Édition bilingue

formato 21 x 23 pp. 60, € 20,00

Virginia Buda
Il mondo poetico di
GIUSEPPE VANADIA

Il testo analizza compiutamente l’interessante personalità del pittore Giuseppe Vanadia, oggi ricordato da pochi, che ha attivamente partecipato alla vita culturale di Messina tra gli anni Cinquanta e i Settanta del Novecento e le cui opere sono custodite nelle principali collezioni pubbliche cittadine e siciliane.
Nato a Tortorici l’8 ottobre 1909, Vanadia si è laureato all’Università di Messina e ha insegnato matematica e fisica in vari istituti superiori della città.  
Inizia a dipingere a quarant’anni da autodidatta ed espone per la prima volta nel 1951, alla “I Mostra Nazionale Città di Messina”, vincendo il Premio Parlavecchio ex aequo con Cettina De Pasquale. Pur continuando ad insegnare con immutato impegno, partecipa a numerose e importanti mostre collettive in Italia e all’estero, conseguendo diversi premi. Sue personali sono state allestite a Messina, a Tortorici, a Catania e a Catanzaro. È stato uno dei membri storici dell’Accademia della Scocca e del cenacolo riunito intorno alla libreria dell’Ospe, che fu punto di incontro delle migliori menti di Messina, tra le quali Salvatore Pugliatti e Vann’Antò, oltre che di molte personalità di tutto rilievo della cultura nazionale.
Ricoverato a Ferrara per un grave malattia, si è spento il 29 giugno 1974. In anni recenti, le sue opere sono state esposte in diverse mostre.

Virginia Buda (Messina, 1968) è Funzionario Storico dell’arte presso la Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Messina. Si è laureata a Messina, con Eugenio Riccomini, e specializzata in Storia dell’Arte contemporanea a Siena con Enrico Crispolti.
Dal 1994 al 2004 ha collaborato all’attività didattica del Museo Regionale di Messina. Ha scritto su diversi argomenti di storia dell’arte siciliana, dedicandosi in particolar modo allo studio della pittura tra Ottocento e Novecento.
Ha pubblicato i testi monografici: Rosario Spina. Un artista siciliano tra “Macchia” e Liberty,in ”Archivio Storico Messinese”, vol. 72, Messina 1997; Nino Garajo, l’arte e la vita in Garajo. Opere 1932-1977, catalogo della mostra a cura di D. Favatella Lo Cascio, Bagheria 2005; Un «pittore limpido e festoso». Giulio D’Anna a Messina tra Futurismo e Astrattismo, Messina 2006.

formato 21 x 23 pp. 204, € 25,00

SANTI MEDICI E TAUMATURGHI
Testimonianze d'arte e di devozione in Sicilia

a cura di Giampaolo Chillè, Stefania Lanuzza, Grazia Musolino

 


formato 22,5 x 24,5 pp. 228, € 30,00 (Attualmente non disponibile)

TUMULTES
Cécile Donato Soupama

Catalogo personale

"Les toiles de Cécile se succèdent, s'entrelacent et se parlent entre elles pour instaurer un dialogue, celui qui naTt de l'intériorité du peintre, de son travail solitaire. Le travail méme impose à l'artiste de sortir de son isolement pour se (aire réceptacle et miroir d'une sensibilité partagée, des luttes, des émotions, des idées d'une humanité aussi semblable que différenciée.
Cécile ressent son devoir d'engagement dans le présent par l'intemporel de son oeuvre".
(Dalla Presentazione del Catalogo di Francesca Dosi)

Edition en français

formato 21 x 23 pp. 48, € 20,00

HIDETOSHI NAGASAWA
La forma dell'invisibile
a cura di Nino Sottile Zumbo

Catalogo del "Workshop di scultura", Castroreale (Messina) 17/24 Agosto 2010

Nell'ultima chiosa lo scriba annota:
«Mi chiedi quale segreto è nascosto nelle sculture di H.N.. Ascolta questa parabola. Sei a Kyoto, antica Capitale dell'Impero nipponico. Rècati all'alba al Giardino di Pietra del Tempio Ryoanji. Il suo nome è anche Giardino del Vuoto o del Nulla. Poche pietre, con qualche ciuffo di muschio, sparse a picco sulla ghiaia che sembra un mare. II Giardino è minuto e limitato da un muro di creta, forse impastata con olio. Secondo gli insegnamenti di Song-Ti, scegli quel vecchio muro e "[...] fai delle sue protuberanze le tue montagne; delle sue parti basse le tue distese d'acqua; delle sue cavità le tue gole; delle sue fessure i tuoi torrenti. Le parti che catturano più luce saranno il tuo primo piano; quelle più scure i tuoi punti lontani. [...] Fissa tutte queste cose nella tua mente e presto vedrai uomini, uccelli, piante, alberi e figure che volano e si muovono nei dintorni". Al tramonto, alza le vele della tua piroga su quel mare di ghiaia per il periplo dell'isole-pietre. Ricordati: il viaggio terrestre e celeste non ha fine. Se vuoi conoscere il segreto delle sculture, interroga i tuoi sensi, come nel giardino».

Queste poche righe a Hidetoshi Nagasawa, per i suoi settant'anni.
Nino Sottile Zumbo

formato 21 x 23 pp. 96, € 12,00

NATO SCIACCA E L'ARTE ASTROABISSALE
Catalogo della mostra

Mario D'Agostino, Presentazione.
Enzo e Giovanni Sciacca, Saluto.
Lucio Falcone, N.d.C.
Giovanni Joppolo, Prefazione.
Ennio Salvo D'Andria, Il poeta dell'arte astroabissale.
Michele Spadaro, Strane linee.
Maria Volpi Nannipieri, Cominciare.
Beniamino Joppolo, Masino.
Alberto Vullo, Più di tutto, un poeta.
Gianni Giuffrè, Il seme lento.
Joseph Donato, «Non ho conosciuto Nato Sciacca».
Salvatore Natoli Sciacca, Un uomo libero.

TAVOLE A COLORI, SCULTURE, DISEGNI

APPENDICE
Nato Sciacca, Programma d'arte.
Nato Sciacca, Piazza Cairoli ai cittadini.
Nato Sciacca - Ennio Salvo D'Andria, La Pantalassia e il cerchio magico.
Nato Sciacca - Lorenzo Scirocco, Il ponte sullo Stretto.

formato 21 x 23 pp. 168, € 22,00

Jean Houel
VIAGGIO DI UN PITTORE
ALLE ISOLE EOLIE


L'Arcipelago delle Isole Eolie non poteva non colpire un artista così attento e sensibile al fascino della natura e dell'antichità come Jean Houel. Questo viaggiatore del XVIII secolo fece delle isole Lipari una tappa molto interessante del suo lungo viaggio in Sicilia ed il resoconto che ci ha lasciato costituisce un ulteriore strumento di conoscenza e comprensione di luoghi così densi di reminiscenze storiche e così ricchi di richiami naturali.

formato 21,5 x 22,5 pp. 84, € 14,00 (Attualmente non disponibile)

Arciduca Luigi Salvatore D'Austria
LE ISOLE EOLIE
Paesaggio e architettura nelle stampe dell'800

In questo volume sono raccolte le stampe, ritenute le più significative e rappresentative, sotto il profilo dell’ambiente naturale e umano, fra quelle realizzate da Luigi Salvatore arciduca d’Austria nel suo viaggio alle Eolie verso la fine dell’Ottocento.reminiscenze storiche e così ricchi di richiami naturali.

formato 22 x 24 pp. 120, € 25,00

Jean Houel
VIAGGIO DI UN PITTORE A TINDARI

La cartella raccoglie 18 pagine di testo, 5 guaches a colori e 7 incisioni, frutto del viaggio a Tindari di questo grande artista francese, figura rappresentativa dell’Illuminismo europeo e viaggiatore erudito di fine Settecento. Con brillante ironia e con rigore scientifico non soltanto si ricostruisce il prezioso patrimonio storico-archeologico di questa città, ma si sofferma anche su un quadro dei costumi che documenta la ricchezza del passato insieme ad una realtà riscontrabile anche oggi.

formato 34,5 x 24 pp. 20 (più 12 tavole fuori testo), € 20,00 (Attualmente non disponibile)

Antonello Pettignano – Franz Riccobono
ANTlCHE CERAMICHE PATTESI

La prima trattazione scientifica sulla ceramica pattese. Il volume si avvale di ricerche d'archivio, di schede tecniche e di ricca serie di fotografie a colori dei «pezzi» rari che già costituiscono il Museo della Ceramica Pattese presso il Centro Culturale di Villa Pisani a Marina di Patti.


formato 21,5 x 22,5 pp. 108, € 26,00 (Attualmente non disponibile)

Franz Riccobono
L'ARTE DEI PASTORI
fra Nebrodi e Peloritani

L'intendimento che si è voluto perseguire con la pubbliocazione di questa ricerca sull'arte dei pastori è quello di offrire un primo compendio su di una produzione specifica che rischiava la dispersione. I manufatti dei pastori della Sicilia nord orientale presentano taluni aspetti distintivi pur se ricollegabili ad un più ampio ambito culturale. Testo ed immagini a colori o in bianco e nero rendono una suggestiva testimonianza di una vita che ancora oggi serba tracce di arcaico incontaminato.

formato 21,5 x 22,5 pp. 152, € 20,00

Mensum Bound
ARCHEOLOGIA SOTTOMARINA
ALLE ISOLE EOLIE

All'indagine ed alla relativa interessantissima documentazione iconografica sulla storia del mare eoliano, l'Autore, uno dei più accreditati archeologi subacquei e direttore dell’Istituto di Archeologia Subacquea alla Oxford University, fa seguire un’ampia documentazione fotografica dei ritrovamenti subacquei fatti dalle campagne di scavi sui fondali eoliani. Una mappa ricca, rigorosa e appassionata di quell’incredibile tesoro archeologico che il mare delle Eolie ha conservato e nasconde ancora.

formato 21,5 x 22,5 pp. 141, € 19,00

Gaston Vuiller
ESCURSIONE ALLE EOLIE
Impressioni del presente e del passato
Introduzione e traduzione di Roberto Cincotta

Frutto di un viaggio del 1893 di questo scrittore e pittore francese, quanto descritto dalle pagine e dalle incisioni dà una fedele dimensione dell'entità ambivalente delle Eolie: da un lato il loro sapore esotico,. che si confonde fra presente e passato, dall'altro l'esistenza di forti richiami a una realtà sociale ben precisa e spesso dura.

in corso di riedizione

Alfonso Lentini
LA CHIAVE DELL’INCANTO

Fotografie di Maricia Papia

Vi si racconta una storia vera, così vera da sembrare inventata: la vicenda, in bilico tra arte e follia, di Filippo Bentivegna, “signore delle teste”, autore di uno straordinario Castello Incantato, opera anomala ancora oggi visibile a Sciacca, costituita da un’immensa raccolta di teste. Bentivegna è stato un contadino siciliano, analfabeta e affetto da turbe mentali, che ha impiegato ben cinquant’anni della sua vita a produrre sempre e comunque una miriade di teste da lui scolpite nella pietra, nei tronchi degli alberi e financo nelle pellicce dei suoi cani. Alfonso Lentini, mescolando i dati biografici alla sua fantasia di scrittore, ripercorre la vicenda affascinante di quest’artista complesso e sconvolgente che oggi, a oltre trent’anni dalla sua morte, ha suscitato l’interesse di Gillo Dorfles ed è presente nel Museo dell’Art Brut di Losanna.

formato 12 x 17 - pp. 136, € 8,00

Nino Leotti
Barcellona P.G. nella tradizione
40 CARICATURE DI PERSONAGGI TIPICI
Postfazione di Gino Trapani

Un omaggio a Barcellona P.G. nel linguaggio figurativo, ovvero il più consono a un pittore come Leotti, che attraverso le 40 caricature a colori ed i relativi brevi commenti umoristici, ripercorre con arguzia, ironia e soprattutto con affetto la sua gente, ed in particolare le figure più caratteristiche che hanno calcato la scena della vita barcellonese dal 1930 al 1991.
formato 17 x 24 – pp. 98, € 35,00