Pungitopo editrice Tradizioni popolari Narrativa Poesia Teatro Saggistica Arte e archeologia Varia

Sciroccu, malanova e

PISCISTOCCU

sulla cultura del pescestocco a
Messina





INDICE:

Premessa, di Lucio Falcone.
Il pescestocco di Luciano, di Sergio Todesco.
Il silenzio del pescestocco, di Vanni Ronsisvalle.
Pescestocco d’amore, di Giuseppe Loteta.
Un pesce che viene da lontano, di Angelo Raffa.
Preludio conviviale, di Luciano Tringali.
Don Pitruzzu all’Opira, di Luciano Tringali.
Don Fanu, di Paola Zagami.
Il pescestocco è maschio, di Giusi Parisi.
Giriannu nte putii i manciari, di Luciano Tringali.



............Piscistoccu in cucina

Piscistoccu a ghiotta.
Piscistoccu a la carrittera.
Piscistoccu a la jarrusa.
Pescestocco arrostito.
Spiedini di pescestocco.
Pescestocco in bianco.
Piscistoccu a cricchia ‘i parrinu.
Pescestocco crudo con olio e limone.
Pescestocco in insalata.
Pescestocco con piselli.
Pescestocco fritto.
Pescestocco alla parmigiana.
Pescestocco con le pere.
Pescestocco al tegame.
Piscistoccu ‘nfurnatu.
Piscistoccu ‘mbrucculiatu.
Pescestocco a ghiotta bianca.
Vintruzzi di piscistoccu a ghiotta.
Pasta mare e monti al sapore di stocco.

.....Pagine di sciroccu, malanova e piscistoccu
Sciroccu malanova e piscistoccu, di Maria Costa.
Stoccafisso, di Bartolo Cattafi.
Stoccafisso alla messinese, di Bartolo Cattafi.
La canna suda, di Alexandre Dumas.
Piscistoccu a ghiotta, di Walter Ignazio Preitano.
Piscistoccu a la jarrusa, di Walter Ignazio Preitano.
Viva la regina!, di Edoardo Giacomo Boner.
Invece la sorte, di Giuseppe Longo.
Piscistoccu a ghiotta, di Luciano Tringali.
Secunno l’antica ricetta missinisi, di Andrea Camilleri.
In riva al mare, di Ercole Patti.
Sciroccu malanova e piscistoccu, di Luciano Tringali.
Sciroccu, malanova e piscistoccu, di Mico della Boccetta.

Culo mundi, di Piero Quirino, Cristoforo Fioravante e Nicolò di Michiel.

 

 

 


Pescestocco arrostito

Fra i pochi, ma seri rischi del vivere a Messina (sciroccu e malanove...), si annoverava quello di imbattersi, con l’appetito di mezzogiorno, nel profumo di chi, col fucuni sul balcone, preparava questa pietanza. Ne riportiamo una versione, generosa e colorita, di Gepi-Luciano Tringali.

1 kg di pescestocco; 1 kg pomodorini a scocca (si possono unire altri ortaggi: peperoni, melanzane, zucchine); olio d’oliva; sale; origano; pepe nero macinato.

Ponete in una zuppiera il pescestocco crudo, conditelo con olio, sale, origano e pepe e fatelo macerare per un paio d’ore, perché prenda il gusto dell’intingolo.
Arrostite sulla brace prima gli ortaggi e poi il pescestocco, e condite il tutto con l’intingolo. Il piatto va servito sia caldo che freddo.